In precedenza sono mostrate alcune foto del WTC immediatamente dopo i crolli delle torri gemelle. Chi di voi è un buon osservatore si sarà sicuramente accorto che oltre ai tre edifici largamente pubblicizzati, ce ne sono altri gravemente danneggiati. La propaganda vuole farci credere che tutto è avvenuto per una demolizione controllata. Bene, ho risposto dicendo che chi ha fatto quel lavoro era un dilettante. Non è possibile far crollare due mostri da 400 metri nel modo che è visibile a tutti. E' contro ogni logica professionale permettere che travi pesanti qualche quintale vengano sparate, letteralmente sparate a decine di metri di distanza. In realtà al WTC è successo di peggio. Alcune parti delle torri sono state lanciate addirittura oltre la cinta del WTC stesso, colpendo e danneggiando anche isolati distanti centinaia di metri.

Questa piantina, riportata da Squitto ne da un'idea. Gli edifici segnati in rosso sono considerati gravemente danneggiati o con grossi danni. Quelli in viola sono quelli demoliti o crollati. Come potete notare dalla piantina e confrontare con le foto, la notizia del crollo di soli 3 edifici è una menzogna di dimensioni planetarie. Per maggior chiarezza potete osservare queste immagini riprese dal satellite alle ore 11,30 dell'15 settembre 2001


Come potete notare tutto il WTC è praticamente crollato.

Passiamo ora a guardare le stesse immagini riprese con il sistema termico della ripresa ad infrarossi. Queste immagini sono state riprese alle 11,55 dell'11 settembre.


Osserviamo il viraggio dei colori. il "Nero" rappresenta la temperatuta più bassa, il Rosso quella più alta. Senza una scala delle temperature di riferimento non si possono dedurre le diverse gradazioni termiche. Si può affermare, però che la posizione del WTC è chiaramente definita dai due spot rossi. Possiamo confrontarli con l'impronta termica delle navi attraccate ai moli a destra di Manhattan. La differenza di temperatura è evidentissima.
Adesso osserviamo queste altre immagini ricostruite al computer con il sistema NOOA. Il NOOA è un metodo di ricostruzione 3D creato dal LIDAR (Light Detection and Ranging). In parole povere, dalle foto riprese con tutte le tecnice esistenti e dalle impronte termiche, si ricostruisce l'area con quelle riprese dal NOOA.



Riflettete. Lo scopo è discernere se il WTC è stato distrutto da una demolizione controllata o da fatalità e concause